Comune di Popoli (Pe)

Circolo ricreativo pensionati

Comune di Popoli

Via Decondre, 103
65026 Popoli (PE)
Tel. 085 98701 - Fax 085 9870534
e-mail info@comune.popoli.pe.it
PEC: segreteria.popoli@viapec.net

Bordo destro testata
Campanile
Facciata - Comune di Popoli (PE)
Circolo ricreativo pensionati
Home » Canali » Il Comune » Regolamenti » Affari Sociali » Circolo ricreativo pensionati
Freccia Scura

REGOLAMENTO CIRCOLO RICREATIVO PENSIONATI

Approvato con delibera C.C. n. 2 del 30/01/1984

ART. 1
In esecuzione, della delibera consiliare n. 2 del 30.01.1984 è istituito un centro diurno, ai sensi dell’art.3 punto 1) lett. d) della Legge Regionale 16.09.1982, n. 75, con la denominazione "CENTRO DIURNO PENSIONAII" con sede in Via Marconi nei locali dell’ex Asilo Infantile (Umberto I) di proprietà del Comune.

ART. 2
Possono far parte del centro tutti i cittadini di ambo i sessi residenti nel Comune di Popoli che risultano essere pensionati. Per essere ammessi al centro è necessario presentare domanda al Sindaco, in carta semplice, indicando le generalità, la residenza e la condizione di pensionato. L’iscritto è tenuto al pagamento della quota individuale che per l’anno corrente è fissata in £ 6.000, nonché all’osservanza del presente regolamento. La quota annuale di iscrizione viene versata direttamente al Presidente del centro o a suo delegato che ne rilascia regolare quietanza. Il contributo comunale di cui all’art. 6 e le quote di iscrizione vengono depositati in un libretto di risparmio al portatore presso l’Istituto Bancario tesoriere del Comune la cui custodia è a cura esclusiva del Presidente pro-tempore del centro.

ART. 3
Nello spirito della richiamata L.R. 16/9/1982 n. 75 il "Centro diurno" è autogestito direttamente dagli utenti o, se necessario, in accordo con il Comune che l’ha istituito ed è esclusa qualsiasi assunzione di personale.

ART. 4
Il centro diurno è una strutturo di servizi a carattere comunale ed ha come finalità precipua quella di attuare in concreto i servizi esistenti in favore dell’anziano e della terza età ed è destinato od assicurare un luogo di incontro sociale, culturale, ricreativo aperto alla realtà locale.

ART. 5
Il centro, potrà, con autonoma iniziativa o con l’ausilio della Amministrazione comunale promuovere iniziative, attività sportive, culturali e ricreative atte a svolgere un ruolo di partecipazione attiva alla vita collettiva della comunità locale.

ART. 6
I locali e le attrezzature del centro, forniti gratuitamente dal Comune restano di proprietà del Comune.
Lo manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile è di competenza del Comune ivi comprese le spese di riscaldamento, luce e acqua dei locali, le altre spese tra le quali canone televisivo, telefonico, ecc. sono di competenza del Centro.
Il Comune alle spese per lo manutenzione dei locali vi farà fronte con i mezzi ordinari di bilancio. Il Centro, alle proprie spese di cui sopra, farà fronte con il ricavato della quota individuale che per il corrente anno è realizzata concretamente in L.2.400.000 riferito a 400 iscritti e con un contributo del Comune che può essere pari ad un minimo del 50% delle spese accertate nel consuntivo dell’anno immediatamente precedente. Il contributo comunale è deliberato dal Consiglio Comunale entro il 30 aprile di ogni anno in base al bilancio consuntivo dell’anno precedente che il consiglio direttivo del centro, ai sensi del successivo art. 8, rimette al Sindaco entro il 15 gennaio dell’anno successivo a quello in riferimento.

ART. 7
Gli organi del centro sono:
a) Assemblea degli iscritti
b) Consiglio direttivo
c) Presidente
L'assemblea degli iscritti è composta da tutti i pensionati in regola con la iscrizione ed il pagamento della relativa quota. Esse elegge ogni due anni nel proprio seno il consiglio direttivo con metodo della votazione segreta con l’indicazione nelle schede, di un numero di preferenze non superiore a 3. Con richiesta motivata di almeno 2/3 degli iscritti l’Assemblea può deliberare la revoco dell’incarico a tutto Consiglio o ai singoli componenti di esso nonché al Presidente.
Le deliberazioni dell'assemblea sono valide se ottengono il suffragio della maggioranza assoluta dei presenti o in seconda votazione qu relativa.
Il consiglio direttivo è composto do 11 membri eletti da assemblee e il mandato, rinnovabile una sola vota, dura due anni ? Il Sindaco o un suo delegato è membro di diritto del consiglio. Esso adotto le decisioni con la presenza della metà più uno dei componenti e con la maggioranza dei votanti.
Il Presidente è eletto dalle assemblea degli iscritti con voto segreto, ed il mandato, rinnovabile una sola volta, dura due anni.
Nessuna indennità è prevista per l’espletamento del mandato del Presidente e per quello del consigliere.

ART. 8
Compiti dell’assemblea generale sono:
a) eleggere nel proprio seno il Presidente ed il Consiglio Direttivo con le modalità stabilite dal precedente art. 7. Approvare il bilancio preventivo ed il conto consuntivo rispettivamente entro il 31 marzo dell’anno ad esso relativo ed il 15 gennaio dell’anno successivo;
b) discutere ed approvare gli indirizzi generali della gestione del Centro nonché tutti i programmi di intervento proposti ai sensi e per finalità dell'art.5;
c) revocare in qualsiasi momento, ai sensi del 4° comma dell’art. 7 il mandato al Presidente ed ai consiglieri. Qualora si verifichi una qualsiasi revoca di mandato, le elezioni per la surroga dei revocati avvengono entro 30 giorni dal voto di revoca. A tale riguardo l’Assemblea è convocata dal Sindaco o suo delegato in caso di revoca del Presidente e dal Presidente in caso di revoca dei consiglieri.
Compiti del Consiglio direttivo sono:
a) curare la gestione corrente del centro e la realizzazione dei programmi e delle direttive stabilite dall’Assemblea Generale.
b) coadiuvare il Presidente nelle opere di direzione del centro in particolare per garantire agli iscritti una corrette funzione dei servizi culturali, sportivi e ricreativi del centro stesso.
c) predisporre i bilanci di previsione ed i conti consuntivi, garantire la integrità del patrimonio rispondendo in solido al Sindaco;
d) mantenere costanti rapporti con gli iscritti per reperire i suggerimenti e le indicazioni;
È in facoltà del Consiglio Direttivo attribuire specifiche responsabilità gestionali ai suoi membri per un migliore andamento della conduzione del centro.
Compiti del Presidente sono:
a) convocare le riunioni dell’Assemblea generale (ordinaria ogni tre mesi) e del Consiglio Direttivo;
b) rappresentare il centro nei confronti del Comune e di tutti coloro che nel centro hanno rapporti a qualsiasi titolo;
c) curare personalmente la gestione del centro e risponderne al Sindaco.
d) curare la gestione finanziaria del centro rispondendo personalmente di eventuali ammanchi.

Logo Accessibilità
Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0 Sito realizzato con tecnologia php Base dati su MySql

Il portale del Comune di Popoli (PE) è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Popoli (Pe) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.